Ultras Salernitana & Nocerina: Contro il calcio moderno

10.11.2013. Salerno vs Nocerina, Il punto di vista dei WildGroupSalernitana

La verità vera oltre il mainstream su un giorno di lotta degna, ribelle e giusta degli ultras salernitani e nocerini uniti contro il calcio moderno. L’ infamia della tessera del tifoso e di una rappresentanza istituzionale che è oramai in piena marciscenza non sapendo governare più nemmeno un evento sportivo. Vivi e profondi ringraziamenti ai nostri ultras e a quelli della Nocerina per essere stati ancora una volta e, ne siamo sicuri, per sempre l’unico vero e autentico baluardo di libertà in difesa di uno sport glorioso, affascinante e necessario come il calcio. Grazie ancora. Costituentex.

Nella giornata di ieri, se mai ce ne fosse stato bisogno, si è manifestata ancora una volta l’inutilità della tessera del tifoso.

Noi Wild Group abbiamo da sempre combattuto contro l’istituzione di questa forma oppressiva e limitatoria della libertà personale di noi ultras e non solo, ed è per questo motivo che gli ultras nocerini hanno la nostra solidarietà per quanto accaduto domenica.

I nocerini infatti, nonostante avessero titolo a tutti gli effetti, essendo possessori di tessera, ad essere presenti a Salerno, sono stati di fatto costretti a restare a casa per decisioni a dir poco discutibili.

In uno stadio che ha parametri di serie A come il nostro, al quale è stato dato libero accesso a tifoserie (e non ce ne vogliano i nocerini) più importanti come numero e blasone tipo Napoletani, Veronesi e via discorrendo, non si capisce il motivo per cui questo diritto (perché di diritto stiamo parlando) sia stato negato solo a loro.

Ma non basta. Molto probabilmente si concretizzeranno altre misure repressive nei loro confronti, rei soltanto di voler seguire la loro squadra in trasferta.

Il nostro sdegno verso questa situazione che si è creata in Italia, è stato ancora una volta ribadito ieri, con circa mille ultras salernitani fuori dallo stadio che per ovvi motivi sono rimasti a presidio degli spazi antistanti gli ingressi di curva e tribuna, con cori e slogan contro la tessera e di chi l’ha voluta.

In conclusione, nonostante una gran parte di tifoserie hanno deciso di tesserarsi e di non continuare il percorso intrapreso all’inizio, possiamo solo ribadire che noi continueremo nella nostra lotta contro questo sistema che non ci appartiene, avvalorato una volta di più dall’ennesima farsa vissuta ieri.

Si alla libertà di movimento, no alla repressione!

Wild Group Salernitana