E’ stato condannato B. Tutto a posto?

piazzele loreto

E’ stato condannato B.

Finalmente dopo quasi un quarto di secolo di furori ed indignazioni, dopo aver prodotto tonnellate di rancore moralistico, smaltito in discariche psichiche più grandi e dannose di quelle di Chiaiano e Marano la sete di giustizialismo di milioni di anime disperate è stata placata.

Finalmente  i milioni di fans adoratori pazzi di Travaglio & C. hanno avuto soddisfazione.

Finalmente dopo aver acceso e consumato miliardi di candele per onorare e venerare i loro idoli mediatici del giustizialismo ed, insieme alle candele stesse, essersi consumati pure loro, in passioni tristi ed impotenti.

Finalmente le milioni di ore passate davanti un televisore ed ad accaldarsi nei bar e nelle piazze, a casa e al lavoro e perfino quando si era al cesso a tifare giustizia all’infinito, a gridare contro il criminale e immorale, hanno avuto il loro “anno zero” di evocazione santoriana.

Finalmente il “Fatto quotidiano” dell’atroce ingiustizia ne “la Repubblica” nostra, invocato a piena voce dal popolo bue, ha avuto efficacia.

Finalmente anche la Camuso ha detto che è giunto il momento.

Finalmente l’utopia di rivendicare una giustizia, che condanni se stessa, condannando il potere che la legittima, la costituisce e la valorizza, è stata realizzata.

Finalmente, in sfregio alla storia, senza bisogno di una piazza, di qualche metro di corda e di un poco di sapone la giustizia ha trionfato.

Finalmente è stato condannato B.. Finalmente è tutto a posto.

Finalmente è tutto a posto?

Ma i poveri non riempiono ancora le galere, a decine di migliaia, pagando per reati mediamente inferiori a quelli di B., subendone l’onta ed i castighi. E la miseria?

Ma i ricchi e potenti, condannati o meno, non continuano a comandare e a divertirsela, subendo privilegi e la bella vita? Dentro e fuori, sopra e sotto, il parlamento ed i governi?

Avanti popolo… Re Giorgio ci guida sicuro e deciso a fulgidi futuri.

pietrobrancacciodottnessuno

P.S.: Fuori ironia. Siamo riusciti ad arrivati alla fine dell’antiberlusconismo e del giustizialismo? Due ideologie – nel senso marxiano di false coscienze –  al servizio del capitale?

One thought on “E’ stato condannato B. Tutto a posto?

  1. Riccardo Rosati da un post sul suo profilo fb:
    “Cari miei. I diritti, i doveri, le tutele, ok. Su queste cose c’è da spenderci tempo e ingegno. Ma la liberta’…compresa quella individuale, questa sorellastra di cui nemmeno si osa parlare. Quella roba che fa paura e che destra e sinistra fanno a gara a metterla in galera? Per attitudine securitaria o per gerarchizzazione fascista. Ma vi pare possibile che in questo mondo di sfruttamento e ingiustizie sociali, la risposta sia affidata agli sbirri, ai loro tribunali, alle sceneggiate populiste, ai linciaggi personali. Che l’unica risposta da dare all’avversario sia un paio di manette? Assisto al declino di Berlusconi, uomo e politico che detesto, sia ben chiaro, con il disgusto per chi festeggia la caduta dell’uomo, ormai anagrafica, senza aver minimamente inciso sul monumentale portato politico di quindici anni di barbarie neoliberista, e di decadenza culturale di un intero paese. Andiamo oltre, vi prego, e togliamoci dalle scatole il PD e il PDL, i giustizialisti, la Sinistra manettara e la borghesia più corrotta dell’Occidente. Togliamoci da dosso la magistratura organica al sistema di saccheggio illegittimo dei territori, della repressione popolare. Non abbiamo nulla da festeggiare. Dobbiamo solo cercare il varco dove passare e colpire.”

Comments are closed.