Renzi: Un’allegra banda … che promette lavoro in cambio di miseria

Invecchiato da tassi di natalità sotto zero. con un esercito di sessantacinquenni che annaspano nelle acque come stremati nuotatori che non riescono a raggiungere la pensione perché si allontana ogni volta che credono di averla raggiunta, con un sistema industriale strangolato dalle banche ingrassate dalla rapina monetarista europea, con milioni di ventenni che sanno di non avere prospettive se non precarie, il corpo italiano è ora spinto verso un collasso cardiocircolatorio. Una banda di allegri fustigatori della pigrizia promettono ai giovani di trovargli lavoro in cambio di miseria. Il simbolo delle nuove politiche del lavoro sarà l’Expo milanese, dove migliaia di giovani potranno lavorare gratis.A imitazione della Germania felix dove sette milioni e mezzo di persone lavorano per 450 euro al mese.Quando si tratta di curare una depressione gli scossoni non servono a niente, se non a irritare il povero depresso che forse ha tutte le ragioni per essere depresso. La depressione, ci insegna Hilmann, non è una malattia, ma una condizione di vicinanza alla verità. La depressione va interpretata come un annuncio: abbiamo raggiunto il limite oltre il quale l’organismo collassa, e non possiamo continuare accelerando. La ripresa che ci promettono è solo laripresa dei profitti, dello sfruttamento devastante delle risorse naturali, e la privatizzazione dei beni comuni. Se non si spezza la macchina finanzista la miseria dilagherà e la depressione si trasformerà in disperazione suicidaria.La depressione non si cura con l’anfetamina, ma con la rifocalizzazione,cioè cambiando scenario, cambiando le aspettative e le priorità, e soprattutto cambiando le forme di relazione. Come si traduce una terapia di rifocalizzazione in termini politici?