Marciscenza della rappresentanza a fine impero. La potenza comune è alle porte di Roma

Non fatevi ingannare dallo spettacolo e dalle sue immagini. Sotto il dominio spettacolare questa foto illustra il livello di decadenza che la rappresentanza politica e non ha raggiunto. Senza distinzione.

Sono produzioni di putridume per nostalgie di imperi e/o per un impossibile ritorno al passato. Oggi ripulito con il liquame della BCE nascosto sotto una “tecnica” denominata neutrale, naturale ma che si tratta solo ideologia fondamentalista di una fetente religione antiumana che è l’economia.

Ma mentre posano sorridenti e inconsapevoli, chi mascherato da aristocratico e imperatore romano mentre i nuovi tecnici posano da grande scienziati dell’economia, la marcescenza della rappresentanza alimenta il fuoco della potenza comune sotto l’apparente normalità.

Ricordate: “Maestà il popolo ha fame. Non c’è piu’ pane.” “E dategli i cornetti”. Rispose Maria Antonietta continuando a divertirsi e a farsi affascinare da sè stessa e dalla sua corte. Poco dopo la sua regale presenza onorò la ghigliottina.

pietrobrancacciodottnessuno