Livorno 2D. Chi semina vento raccoglie tempesta

Per giorni a Livorno si è seminato il vento della prepotenza, dell’intolleranza e del fondamentalismo BCEista che impone le ragioni delle banche sulla vita e sulla produzione ed i beni comune.

Ma il 2 dicembre (2D) hanno raccolto la tempesta. Della potenza comune. Anonima e concreta. Della moltitudine.

Nuove composizioni sociali spuntano dal comune e della sua produzione (bio)politica.

Un nuovo ordine si intravede a tratti. Oltre il pubblico ed il privato. Nuove istituzioni si annidano nel vecchio, come fili d’erba che spuntano dal cemento, rompendolo. E’ la forza e la potenza del comune immanente.

Un resoconto da Livorno

 Un video: Aria di Natale