Coordinata di pensieri su “Aniello Pucci nel cuore” su fb, più quello che non ho saputo dire io.

E la morte non ti ha vinto

e anche occhi e membra e organi scippati per sconosciuti a dare vita.

E la morte non ti ha vinto

e nuovi passioni accendi:

ha saputo di te un amore perduto

e mi ha chiamato

e vicino a te un amore é rinato.

E la morte non ti ha vinto

snobbati amici potenti per la loro miseria

nominasti amici miseri per la loro potenza.

E la morte non ti ha vinto

e ti accorgesti che avevo freddo,

e mi hai riscaldato le mani

ed il nostro primo bacio

fu una vita piena,

e ci riunivamo

per stare insieme

e dicevi di essere lupo mannaro alla vita

per quel gesto

che ti rese compagno di sangue.

E la morte non ti ha vinto

gigante buono

la tua decisione anche di fronte all’impossibile

ed ora ho contato una stella in più

nata dalla tua arte d’amare,

che ai più vulnerabili

ha fatto camminare,

…da quanto da te… hanno imparato…

e conosciuto il mondo di coloro che danno tutto.

E la morte non ti ha vinto

ed il 15 di ogni mese,

più ci penso e più

…Aniè, manchi!

pietro brancaccio dott. nessuno in Salerno, il 15 di aprile del 2010.