Assalti armati alle università

aula 2Il fatto: Lacrimogeni contro l’università di Napoli.

Assalti armati alle università

Divise grigie, caschi lucenti, giubotti imbotti, stivali pesanti, scudi trasparenti.

Guidati dall’insopportabile odio di sè, che fa odiare l’altro, nominato da interessi superiori, per ristabilire l’ordine del nulla e dell’inutile, devastano aule costruite per tecniche e saperi, ricerche e invenzioni, emancipazioni e concatenazioni sociali.

Scacciano giovani vite, che in comune cercano vie per territori inesplorati.

E ruoli e  funzioni, spacciati per reggenti di universi sapienti e dotti, che ordite e ordinate questo, con pance gonfie e portafogli pieni, beneficianti di onori e status conquistati per meritocasta, meritoclasse e meritodaleccaculo.

Fautori di ignoranza e conformismi, promotori di miseria e rassegnazioni … nel fumo dei lacrimogeni e nella durezza dei manganelli, svelate la vostra vera forma: Putrescente rappresentanza senza essere e divenire.

E’ ora di nascondervi a voi stessi, la vita vi ha abbandonato.

Da parecchio.

“Si fanno vivere i cadaveri, si lasciano morire i vivi: è questa la funzione propriamente politica dell’attuale sistema di produzione” ( Comitato invisibile) …e della sua università.

fottetevitutt

pietrobrancacciodottnessuno