Salerno: Binari, insorgenze e giustizia di classe

“… Fu nelle notti insonni vegliate al lume del rancore che preparai gli esami. diventai procuratore per imboccar la strada che dalle panche d’una cattedrale porta alla sacrestia quindi alla cattedra d’un tribunale, giudice finalmente, arbitro in terra del bene e del male. …” Testo dalla canzone di Fabrizio De Andrè “Un giudice” (Qui il video), ispirata dalla poesia di Selah Lively, … Continue reading