Li chiamavano… BRIGANTI! Film di Pasquale Squitieri, Italia,1999

Il link del film completo: Li chiamavano briganti di Pasquale Squitieri, Italia 1999. Film storico incentrato sulle vicende del brigante lucano Carmine Crocco. Venne subito sospeso nelle sale di proiezione ed è, attualmente, di difficile reperibilità. E’ diventato un importante punto di riferimento per i meridionalisti e per una lettura diversa dell’unità d’Italia. Ha riscosso successo in convegni e università. … Continue reading

L’oscura ragione fondante dei Crescent salernitani

Dalle Chiancarelle al Crescent.  Strategia per una nuova  accumulazione originaria del capitale   Sul Crescent si sollevano innumerevoli critiche. Da quelle sullo scempio paesaggistico, a quelle sulle sua bruttezza e inutilità, da quelle sul decisionismo nazistico, senza democrazia e partecipazione della città, a quelle sullo sperpero delle risorse pubbliche a quelle ambientalistiche, a quelle sulla cementificazione ad oltranza ed altre … Continue reading

… una notte… artetekando al Cercopiteco

Al Cercopiteco stanotte si sono materializzati anche dei cavalli ed un falco. Sono venuti con i loro tutor umani, a piedi, dalla Sicilia. I cavalli, il falco, il verbo dei teatranti, le tele dei pittori, i simboli decodificati dallo psicoterapeuta, le misture alcoliche di Arturo e la bella e (tanta) gente che ha vissuto la serata hanno prodotto un dispositivo costituente. Come … Continue reading

Trasformare il Crescent in Calant è interesse operaio

Hanno sfilato in corteo gli operai edili. Quelli del cantiere Crescent. Sono preoccupati per la sospensiva imposta dal consiglio di stato. Chiedono di continuare ad impastare cemento per difendere quel poco di lavoro vivo che resta. Lo fanno perchè non hanno alternative. Hanno bisogno di portare a casa un salario che gli permetta di sopravvivere. Sono guidati da sindacalisti di … Continue reading

Perchè le banche non devono fallire?

Nella foto una vetrina di una banca nel tumulto del 14.12.10 a Roma. Qualcuno vuole spiegarci perchè le banche non devono fallire? A che servono? Quanti uomini curano? Quando bambini educano? Quanto sapere diffondono? Quanta cultura irradiano? Quanta arte producono? Quanta coesione sociale fanno? Quante invenzioni tecnico scientifiche hanno realizzato? Quando lavoro vero creano? Quanti soldi hanno regalato a qualcuno? … Continue reading

Genova non è finita. Ai torturatori premi. Ai ribelli cento anni di galera

Per i trecentomila di Genova 2001 stà per arrivare un altro bel calcio nel culo. Non è bastato il sangue di Carlo e le sofferenze immani della sua famiglia e dei suoi amici e compagni ed il dolore di tutti noi che eravamo a Genova e no. Non sono bastate le torture di Bolzanetto e la mattanza della Diaz. Non … Continue reading

Contro gli sgomberi e la repressione

da insurgencia.info In questi giorni diversi spazi sociali nella nostra città sono sotto l’attacco di chi vuole chiudere gli spazi di agibilità politica a Napoli. Le vicende, diverse tecnicamente ma ugualmente gravi e pericolose, rigurdano spazi come i neonati Bancarotta nel quartiere di Bagnoli, Asilo 45 di Boscoreale e lo Zero81. Ogni spazio vuoto è meglio se è occupato ! E’ un … Continue reading

Tarocchi, teatro, arte e psiche. Strumenti per futuri possibili

“Tarocchi, teatro, arte e psiche: strumenti per futuri possibili” è la seconda parte del progetto “Arte, non solo movida.” di ArteteKa costruito insieme ad Arturo, il patron del Cercopiteco. La prima parte si è tenuta il 15 dicembre 2011. Con la performance “Dalle penne alle pinne dalle pinne alla penna” del poeta Valeriano Forte accompagnato dalla chitarra di Rafael Arias Fernandez, i creati(VI)vi … Continue reading

Quaderni di San Precario, 3. Io non ho paura del default

“Tutti vogliono il tuo bene, pero’ tutti ti dicono che devi produrre. Fai come il sindacalista che fa il rivoluzionario e va in trasferta quando c’e’ lo sciopero, tu mettiti in mutua.” Trascrizione di Vincenzo Guerrazzi di graffito nel gabinetto nr. 5 lato ponente, sesta navata, dello stabilimento Meccanica Varia dell’Ansaldo di Genova. Il precario e’ solo. Solo nella grande fabbrica nella quale lavora ma dalla quale non … Continue reading

Maledetta casta! Giu’ le mani dall’acqua! La borsa la meritate in faccia

La casta salernitana vuole competere a livello globale e non essere seconda a nessuno a contribuire ad aumentare la crisi che ci sommerge. Si stanno inventando la quotazione in borsa dell’acqua salernitana. Vogliono rubare un bene comune appropriandosene con la gestione nell’economia finanziarizzata. Giocando e divertendosi con i loro pari, i vampiri dell’umanità e i predatori del nostro pianeta, che … Continue reading